mercoledì 17 aprile 2013

"Salmburger" con guacamole e riduzione agrodolce

Vi capita mai di creare qualcosa per caso? Ecco, questa ricetta nasce proprio così! Al supermercato ho visto un avocado e ho sentito l’impulso di metterlo nel cestino. “Devi comprarlo!” mi ha detto la mia vocina interiore, ma non avevo un’idea precisa di cosa avrei potuto fare con quel frutto! L’idea non si è concretizzata fino all’ora di cena quando, prendendo quel gran bel pezzo di salmone fresco acquistato al mercato dal miglior pescivendolo del mondo (almeno del mio mondo!), la mia vocina mi ha suggerito “Salmone e avocado…che connubio!”. I Giapponesi usano questi due elementi crudi insieme ma il Sushi l’ho già mangiato qualche giorno fa per cui cosa preparo? Ci sono...salmburger!!!


Ingredienti
Per 4 burger :

1 trancio di salmone da 500 gr c.ca, diliscato e spellato
200 gr di salmone affumicato
1 cipollotto fresco
curcuma
olio

Per il Guacamole:
2 avocado maturi
1 cipollotto piccolo
½ cucchiaino di cumino in polvere
½ cucchiaino di paprica dolce o forte a seconda dei gusti
succo di 1 lime
sale
pepe rosa

Per la riduzione agrodolce:
1 bicchiere di acqua
1/2 bicchiere di aceto
5 cucchiai di zucchero di canna
3 cucchiai di passata di pomodoro
1 cucchiaino di paprika forte
1 pezzetto di zenzero fresco
½ cucchiaino di amido di mais
1 cucchiaio di semi di sesamo


Preparazione
Prima di tutto è opportuno preparare salsa e riduzione che più riposeranno più saranno gustose.
Per la salsa agrodolce mescolo in un pentolino tutti gli ingredienti eccetto l'amido di mais e i semi di sesamo e faccio bollire per qualche minuto fino ad ottenere una sorta di riduzione. Se la salsa non è abbastanza "tirata" ne prelevo un cucchiaio in cui sciolgo l'amido di mais poi verso di nuovo nel pentolino e rimetto sul fuoco fino al raggiungimento della densità desiderata. Verso la riduzione in una ciotolina e aggiungo i semi di sesamo. Faccio raffreddare.
Per il Guacamole apporto qualche leggera modifica alla ricetta originale. Prima però due importanti annotazioni: l’avocado deve essere maturo al punto giusto poichè dovrà essere lavorato con una forchetta inoltre andrà subito irrorato con il succo del lime il quale non farà ossidare (quindi annerire) la polpa del frutto. Apro quindi l’avocado, tolgo il nocciolo e la buccia poi taglio la polpa a dadini e li ripongo in una ciotola. Lavoro la polpa con i rebbi di una forchetta aggiungendo il succo del lime, il cipollotto tagliato molto sottilmente, il cumino in polvere, la paprica, un pizzico di sale e una macinata di pepe rosa. Amalgamo bene tutti gli ingredienti e lascio riposare almeno un’ora.
Procedo con la preparazione dei miei “Salmburger”. Dopo essermi accertata che il trancio di salmone non abbia alcuna spina lo taglio a tocchetti poi inizio a tritarlo a coltello. Unisco il salmone affumicato e il cipollotto affettato sottilmente e continuo a sminuzzare il tutto. Metto il composto in una terrina, aggiungo la curcuma e impasto con le mani. Non aggiungo sale poiché il salmone affumicato è già saporito.
Suddivido il battuto in 4 parti uguali che inserisco in 4 coppapasta pressando fino ad ottenere uno spessore di circa 1 cm. Sfilo i coppapasta, ungo la superficie dei burger e li cuocio un paio di minuti per lato in una padella antiaderente riscaldata.
Li servo ben caldi accompagnandoli con il guacamole e con la riduzione agrodolce.

 

Ricorda!
Questo è un piatto leggero, gustoso e sano poiché il salmone contiene vitamina D che aiuta a combattere l'osteroporosi. 
L'avocado contiene vitamine A ed E, ottimi antiossidanti!
Inoltre entrambi sono ricchi di Omega 3 che contribuisce ad abbassare i livelli del colesterolo totale.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...