martedì 1 ottobre 2013

Rolatina di tacchino e prugne laccata al miele e timo

Ormai anche Ottobre è arrivato e c'è davvero profumo di autunno nell'aria. Ammetto che l'autunno è una stagione che non mi dispiace per niente, con quel suo primo frescolino mi fa apprezzare un golfino più pesante la mattina quando esco per andare al lavoro e mi fa desiderare una buona tazza di té caldo la sera. Il profumo di terra umida mi fa subito venire in mente dei bei porcini da buttare in un risotto...ecco, sempre a parlare di cibo! Sì, e allora?? Ma vogliamo parlare dell'autunno in tavola? Funghi, zucca, castagne, uva, cachi, cavoli, pere, mele...c'è da sbizzarrirsi con questi prodotti! E poi ricomincia la voglia di piatti caldi, di zuppe, di arrosti...che felicità! Avevo proprio voglia di cucinare un piatto autunnale, di quelli dal cuore caldo che magari fila anche...è nata così una rolatina alle prugne!


Ingredienti per 4 rolatine
6 fette di fesa di tacchino
10/15 prugne disidratate
scamorza affumicata
1 cucchiaino di senape
1 spicchio d'aglio
miele di castagno
un paio di rametti di timo
1 bicchierino di grappa secca
sale q.b.
pepe q.b.
olio q.b.
burro q.b. 

Preparazione
Prendo 4 delle 6 fettine di fesa e le batto leggermente con l'aiuto di un batticarne poi le insaporisco con un pizzico di sale e una macinata di pepe. Tengo da parte.
Taglio a stricioline le restanti 2 fettine e le salto in una padella con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio che ho fatto rosolare. Sfumo con un cucchiaio di grappa, regolo di sale e poi inserisco il tutto (eccetto l'aglio) in un mixer. Aggiungo le prugne, la senape e pochissimo olio, poi aziono le lame fino ad ottenere un composto cremoso. Spalmo un abbondante cucchiaio di composto su ogni fettina e dispongo dei tocchetti di scamorza al centro. Arrotolo il tutto formando delle piccole rolatine che lego con spago da cucina o che fermo ai lati con degli stecchini come se fossero dei grossi involtini.
Scaldo bene la padella in cui avevo cotto gli straccetti di fesa e rosolo le rolatine in una noce di burro (anche due!) per circa 7 minuti a fuoco vivo. Quando le rolatine sono ben rosolate e all'esterno si è formata una sorta di crosticina, le tolgo dalla padella e le tengo in caldo. Sfumo il fondo di cottura delle rolatine con la grappa avanzata, poi unisco un cucchiaio di miele e aggiungo le foglioline di timo lasciando che il tutto si addensi. Metto di nuovo le rolatine all'interno della padella e termino la cottura.

Vanno servite caldissime in modo che al taglio fuoriesca un saporito cuore di scamorza filante!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...