martedì 6 maggio 2014

Torta salata con indivia, pere e bleu d'Aoste

L’avete visto il film “I sogni segreti di Walter Mitty”? Io sì, qualche settimana fa. Adoro Ben Stiller, adoro le storie d’amore, adoro i personaggi un po’ “disconnessi”, adoro i viaggi e adoro sognare. Quindi questo film, a tratti bizzarro, mi è entrato nel cuore.
Anche a me succede spesso di estraniarmi dalla realtà del momento e immaginarmi in un contesto differente, un po’ come accadeva anche a Ally McBeal, nell’omonima serie televisiva. Diciamocelo, la vita spesso è noiosa, grigia e piatta e immaginare di viverla in un modo diverso (anche surreale se vogliamo!) a volte aiuta a superare tutto con un gran bel sorriso! Sono convinta che i sogni ad occhi aperti facciano bene al cuore e all’umore. Certo, ritornare con i piedi per terra ogni tanto è traumatico ma basta prendere tutto con un pizzico di filosofia e uno di consapevolezza. Ma se poi ritornando con i piedi per terra ci accorgessimo che basterebbe avere solo un po’ di coraggio in più per provare a realizzare almeno uno di quei sogni ad occhi aperti? Il coraggio. Quello sconosciuto. Io ne sono nata sprovvista, credo. Eppure mi piacerebbe essere una persona coraggiosa, una persona decisa ad affrontare le sue paure più profonde e radicate. Una persona che dice “ora basta!” ed è “basta” veramente. Una persona che dice “adesso le cose cambieranno!” e le cose cambiano sul serio. Invece sono sempre in balia dei “e se…?!” e dei “ma poi???”.
Però sogno, eccome se sogno. Sogno una casetta bianca immersa in un enorme campo di lavanda in Provenza, un piccolo laboratorio di pasticceria e bambini che crescono tra i profumi della natura.
Il coraggio a volte non basta…


Ingredienti per una tortiera da 24 cm
per la pasta matta
200 gr di farina
40 gr di olio EVO
90 gr di acqua tiepida
sale
per la farcitura
5 cespi di indivia
1 scalogno
3 uova
150 gr di panna fresca
1 pera
50 gr di noci
100 gr di Bleu d’Aoste (o altro formaggio erborinato, non troppo fresco)
olio EVO
sale
pepe

Preparazione
Preparo la pasta matta. Mescolo la farina con 1 cucchiaino di sale in una ciotola, aggiungo olio e acqua e impasto fino ad ottenere una palla liscia che faccio riposare in frigo mezzora circa.
Lavo i cespi di indivia e li taglio a rondelle poi sbuccio la pera e la taglio a tocchetti. Faccio soffriggere un trito fine di scalogno in un filo d’olio, aggiungo i dadini di pera e unisco l’indivia che deve appassire appena. Salo e faccio riposare qualche istante. 


Nel frattempo tiro fuori la pasta matta e la stendo con l’aiuto di un mattarello fino ad uno spessore di circa 4 mm. Dispongo la pasta all’interno di una pirofila rivestita con carta forno e bucherello il fondo con una forchetta. 


Sbatto le uova con un pizzico di sale, il pepe e la panna. Taglio il formaggio a dadini e lo aggiungo al composto di uova. 


Dispongo l’indivia all’interno della pasta matta, unisco le noci tritate grossolanamente e ricopro il tutto con il composto di uova e formaggio. Inforno per 30 minuti a 200·. Lascio intiepidire prima di addentarla!

10 commenti:

  1. Cara Ale...neanche a dirlo ma Ally Mc Beal è una delle mie serie televisive preferite!!! Molto spesso mi vedo un po' come lei (beh...non fisicamente ^_^)...sognatrice e così persa nei propri pensieri da ritrovarsi in situazioni imbarazzanti. Ma questo è un altro discorso ;-). Sognare fa benissimo e, se non altro, ci rende un po' più simili ai bambini che siamo stati...quelli che quando non sapevano una cosa...usavano la fantasia per trovare una risposta alle loro domande.
    Che bella questa torta ed il contrasto di sapori è davvero delizioso. Bravissima! Ti abbraccio tanto..come sempre! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di non essermi persa nemmeno una puntata di Ally McBeal!!! =)
      Brava, hai proprio fatto centro...cresciamo e ci dimentichiamo di quanto è bello sognare! Quando ero piccola io e la mia migliore amica avevamo creato un mondo di fantasia tutto nostro in cui ci rifugiavamo quotidianamente e fantasticavamo per ore...e che storie ci inventavamo!!!
      Grazie cara dolce Giò, ti abbraccio anch'io ♡

      Elimina
  2. Ally McBeal... come si fa a non adorarla!!eh sì in effetti Walter Mitty la ricorda così visionario ed eccentrico ma alla fine come vedi chi vive nei sogni osa più degli altri... e secondo noi questa ricetta ricorda molto la Provenza e un pasto tra i tralci di vite... non demordere che non si può mai sapere... magari in un futuro non lontano ci scriverai da quella meravigliosa regione! un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe meraviglioso ragazze! Allora io continuo a sperarci e a sognare...chissà...
      Un grossissimo abbraccio a voi!

      Elimina
  3. Mai smettere di sognare! Alle volte i sogni si avverano, magari solo leggermente ridimensionati, ma quanto accade è sempre fantastico!
    un abbraccio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero! Troppo spesso quando si diventa adulti ci si dimentica di sognare. Io ci provo...comunque male non fa =)
      Un abbraccio a voi!

      Elimina
  4. Ciao Alessia, eccomi qui e grazie per la visita! Da qualche anno a questa parte per diversi motivi non seguo molto il cinema - nè il grande schermo nè la tv - e quindi non conosco i personaggi che citi ma mi rivedo molto nelle tue riflessioni .. io sono una che in genere è un pò fifona, di conseguenza il mio coraggio viene fuori sotto altre vesti solo nel momento in cui mi ritrovo spalle al muro. E spalle al muro, devi reagire, quindi non crucciarti troppo e vedrai che quando servirà, mr coraggio si manifesterà! buon pomeriggio e complimenti per il blog: ricette interessanti e bellissime immagini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena. Hai proprio ragione, il coraggio esce quando meno te lo aspetti prevalentemente quando sei messo alle strette e devi agire!
      Buona settimana Serena, a prestissimo.

      Elimina
  5. Ally Mc Beal è stato per lungo tempo il mio telefilm preferito... Bello questo post ed anche la tua ricetta (non ho mai provato questo tipo di formaggio...)!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che carina Elena, grazie mille!
      Ally è Ally...ancora oggi, quando capita, rivedo le repliche molto volentieri!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...